ESTATE AMERICANA – PRIMA TAPPA NEW YORK (parte 2)

Il primo giorno si è concluso con 22km a piedi, abbiamo percorso tutto l’Hudson per arrivare a Battery park e pranzare in uno dei moli più famosi…Pier A…dove ci siamo gustati uno dei panini più buoni in assoluto 😋 Nel pomeriggio abbiamo deciso di noleggiare le bici e di percorrere tutto il ponte di Brooklyn e poter visitare DUMBO, ex zona industriale adesso rifugio di artisti, punto panoramico per poter scattare la tipica foto del ponte con lo skyline Newyorkese!!!Il programma prevedeva poi la visita al Guggenheim…ma per soli 5 minuti non siamo riusciti ad entrare😩

Di seguito il video del secondo giorno…chissà quale altro imprevisto dovremo affrontare😅

 

Annunci
ESTATE AMERICANA – PRIMA TAPPA NEW YORK (parte 2)

Estate Americana – prima tappa New York

Quest’anno abbiamo optato per una vacanza totalmente differente da quelle a cui siamo abituati…spiaggia, mare, cibo…e sopratutto RELAX…diciamo che il RELAX non rientrava nei nostri programmi😉 così, dopo vari planning su dove andare e quale posto visitare, abbiamo deciso di fare un tour dal sapore tutto americano🇺🇸…partendo dalla magica New York per poi scendere fino alle paradisiache Key West.

Siamo rimasti a New York 4 giorni e se si ha il passo da maratoneta si riesce anche a vedere tutto, se siete invece tipi decisamente più normali di noi, prendetevi più tempo😉 Per poter fare tutto e rimanere nei tempi prestabiliti, siamo partiti con un programma che prevedeva già tutti i pranzi, merende e cene (anche se comunque qualche piccolo imprevisto lo abbiamo avuto😅 era inevitabile)

Seguite la nostra avventura per scoprire cosa abbiamo fatto😊

 

Estate Americana – prima tappa New York

Città a confronto 🇪🇸VS🇮🇹

Maggio e Giugno sono stati mesi alla scoperta di nuove città…

14 Maggio, data che ci portiamo nel ❤️, la destinazione fino al giorno della partenza è rimasta ignota, ma una volta salita in macchina capii che ci stavamo dirigendo verso… Firenze…capoluogo della Toscana,delle ingorde mangiate, scrigno di tesori che ha affascinato intellettuali, artisti, letterati. Città d’arte in Italia con una concentrazione elevatissima di esempi di arte, architettura, scultura, pittura realizzati dai più illustri personaggi storici del mondo della cultura. E’ un centro relativamente piccolo che si può visitare anche in pochi giorni, noi abbiamo trascorso il week end e siamo riusciti a vedere praticamente tutto, consiglio a chi non vuole perdere troppo tempo, di prenotare prima del viaggio i vari musei e gallerie perché una volta li, le file sono davvero lunghe se non si arriva già muniti di biglietto. Sulla strada del ritorno siamo anche riusciti a fermarci a Pisa per vedere la famosa “Torre storta” e fare due passi per il centro per arrivare fino al muro di Keith Haring.

Per il ponte del 2 Giugno invece ci siamo recati a Valencia😍 rimango sempre affascinata dalle città spagnole, forse perché sono molto vicini alla nostra cultura e ogni volta mi sento a casa, ti lasciano tutte un senso di spensieratezza e libertà che mi fanno venire voglia di trasformi all’istante…

io sono rimasta senza parole dalla bellezza di queste città e  per questo vi lascio i link dei 2 video realizzati…

E voi, quale preferite?

 

Città a confronto 🇪🇸VS🇮🇹

Chi ha detto che volare è impossibile?

Ed eccoci qui, a distanza di quasi 3 mesi di latitanza dal mio Blog, con un altro post per quanto riguarda la sezione avventura/adrenalina 😀

In occasione del 4° anniversario mio  e di Andrea ho deciso di regalargli un’esperienza diversa, non sono solita a regalare oggetti o comunque cose materiali al di fuori di Compleanni e Natale…quando si tratta di un festeggiamento come può essere San Valentino o nel nostro caso l’anniversario…amo regalare un’emozione, un’esperienza, un ricordo…

Così…facendo alcune ricerche su internet ho trovato…FLY EXPERIENCE

Il mio sogno è quello di…un giorno…quando avrò il coraggio…buttarmi con il paracadute 🙂 ma Andre in quanto “meno fuori di testa di me” non credo lo avrebbe mai fatto…e poi il regalo era per lui 😀 non per me…ma con Fly experience si ha il giusto compromesso, perché simula a tutti gli effetti la caduta con il paracadute…

Localizzato a Grugliasco, a fianco del centro commerciale ShopVille Le Gru, Fly Experience® dista 15 minuti dal cuore di Torino e 1 ora e mezza dal centro di Milano.
Fly Experience® è un simulatore di caduta libera che permette a chiunque, dai 4 anni in su, di provare la fantastica esperienza del volo nella massima sicurezza.
I primi tunnel verticali del vento sono apparsi negli USA negli anni ’70 per permettere di sperimentare il body flight (il volo con il corpo umano) a militari e paracadutisti. Oggi, grazie alle nuove tecnologie l’esperienza è alla portata di chiunque voglia divertirsi e imparare a volare.
Il tunnel di Fly Experience® ha un diametro di 4,30 metri per 12 di altezza. Quattro motori, della potenza complessiva di 2000 Kw, generano un flusso d’aria ad alta velocità permettendo alla persona di “galleggiare” su una bolla d’aria esattamente come succede ad un paracadutista quando si lancia da un aeroplano.
La trasparenza del vetro del tunnel permette anche a chi non vola di poter condividere le sensazioni del flyer e di interagire nella sua esperienza.

Il prezzo è leggermente alto, ma ne vale davvero la pena, sono attrezzati di GoPro che riprende tutta la durata del volo e di una fotografa che immortala ogni singolo movimento 😀

Di seguito il video che ho realizzato ;D

 

XoX

Chi ha detto che volare è impossibile?

La Cascina delle Fiabe

Per festeggiare il 25 Aprile, poiché le previsioni minacciavano uragani abbiamo preferito cercare un posticino carino dove mangiare e lasciare in stand-by la grigliata che volevamo organizzare quel giorno. Quando ti metti alla ricerca di un nuovo ristorante da testare è sempre un terno al lotto…ti affidi a recensioni su internet o magari chiedi suggerimenti a casa o ad amici:)

Abbiamo così optato per  Il Camp De Cent Pertigh, lo avevo provato in passato con mio papà e mi aveva lasciato un ricordo incantevole, situato nella campagna della Brianza, cascina in tipico stile lombardo, ad inizio anni Novanta la cascina viene ristrutturata con grande fedeltà alla struttura originale e nasce questo posto che sembra l’ambientazione di un romanzo popolato da folletti e principesse e deve il suo nome ad una leggenda antica.

“Si dice che un nobile fervente cattolico avesse lasciato
alla sua morte in eredità alla Chiesa un terreno,
anzi un campo grande cento pertiche. Il nobiluomo, però, mise
una condizione e cioè che il campo fosse destinato dalla Chiesa
alla costruzione di un ente benefico, un asilo, o un orfanatrofio.
La Chiesa, temendo di dover investire troppo per realizzare
il desiderio del defunto, giocò sulla vaghezza del testamento,
che non indicava dove fosse questo campo.
Il “camp di cent pertigh” così non fu trovato e nulla fu costruito…”

Ma il caso vuole che il terreno su cui sorge il nostro ristorante misuri proprio cento pertiche e in passato al posto della cascina ci fosse un convento…
Ognuno, con la propria fantasia concluda la storia come più gli piace, ma un fatto è certo…

Abbiamo trovato il “Camp di Cent Pertigh”

Il ‘Camp’ è perfetto sia come location per matrimoni e cerimonie, sia per concedersi un pranzo all’aperto con la buona stagione o una cenetta invernale all’interno della struttura, dove troviamo uno stile country-chic in linea con il contesto, attenti ad ogni dettaglio dalle tovagliette in ferro con inciso il nome del ristorante, alla rosa nella giara in vetro rivestita con carta di giornale, alle balle di fieno come divanetti, per far attendere gli ospiti.

 

La cucina è quella della tradizione lombarda con un menù che si rinnova a seconda delle stagioni. Ma vi posso garantire che c’è un ampia scelta e anche per i vegetariani ci sono delle ottime proposte 😉

 

Noi troveremo sicuramente altre occasioni speciali per tornarci;)

La Cascina delle Fiabe

Video editing

Una delle mie fisse del periodo è sicuramente YouTube, l’ho riscoperto da poco e sta diventando una vera e propria ossessione. I video e le foto sono sempre stati la mia grande passione e con YouTube si può dare libero sfogo alla propria creatività 😉 La parte che preferisco in assoluto è la post produzione, identificare le scene, combinare la musica e con qualche effetto e trucchetto di montaggio rendere il proprio video accattivante e coinvolgente. Sto obbligando il mio ragazzo a farmi da cameraman (che pazienza che ha<3) ma ancora non è entrato del tutto nel mood 😀

Di seguito il video che abbiamo realizzato insieme;) ci siamo divertiti molto e credo che ne seguiranno molti altri 😉

Video editing